AGRINSIEME insieme a COPAGRI: la mobilitazione per l'agricoltura e l'agroalimentare pugliese

Eventi

AGRINSIEME insieme a COPAGRI: la mobilitazione per l

BARI, 9 marzo 2015 - Questa mattina, in piazza Prefettura, a Bari, la manifestazione indetta da AGRINSIEME, il coordinamento di CIA, Confagricoltura e Alleanza delle Cooperative (Legacoop agroalimentare, Fedagri e Agci-Agrital) insieme a COPAGRI. Una manifestazione convocata per riportare l'attenzione del Governo nazionale e regionale, della rappresentanza politica e dei cittadini sui tanti problemi irrisolti del settore agricolo che, nonostante tutto, continua a rappresentare uno dei principali "motori" dell'economia italiana in termini di reddito prodotto e occupazione. La manifestazione ha sollecitato l'attenzione del Governo nazionale e regionale, della rappresentanza politica e dei cittadini sui tanti problemi irrisolti del settore agricolo che nonostante tutto continua a rappresentare uno dei principali "motori" dell'economia italiana in termini di reddito prodotto e occupazione. Alla manifestazione sono presenti numerosi rappresentati del Governo regionale, parlamentari, rappresentanti dei partiti, a cui sono state illustrate le proposte del mondo agricolo. Le proposte sono illustrate e consegnate ufficialmente al Prefetto. Le imprese agricole e le cooperative chiedono risposte su:

  • eliminazione l'Imu agricola,
  • semplificazione burocratica in particolare in materia PAC e di lavoro,
  • aiuti reali alle imprese,
  • lotta alla xylella,
  • piano straordinario per la messa in sicurezza del territorio,
  • aggregazione delle imprese
"Aggregare le aziende agricole, in Cooperative e Organizzazioni di Produttori , dunque, indispensabile per affrontare la sfida dell efficienza tecnica e dei mercati globali E' quanto dichiara il Coordinatore Regionale dell'Alleanza delle Cooperative Italiane settore agroalimentare (Legacoop, Confcooperative, Agci), Angelo Petruzzella. "Il sistema cooperativo e delle OP della Puglia in grado di affrontare e vincere questa sfida ma ha bisogno di strumenti e risorse. Le scelte fatte dalla Regione insieme alle organizzazioni agricole, con il PSR e la Legge sulla cooperazione, vanno in questa direzione. Questo indirizzo per deve essere portato avanti con la massima coerenza e rafforzato negli strumenti di attuazione ad iniziare dai Bandi del PSR". "Non un buon segnale, cos , l assenza di risorse nel bilancio di previsione 2015 per la legge sulla cooperazione - prosegue Petruzzella- che avrebbe potuto dare un sostegno alle cooperative nella acquisizione di finanziamenti bancari per le anticipazioni ai soci sui conferimenti". "Ma a tal proposito - conclude - indispensabile un intervento pi generale, forte e innovativo, per sostenere l'accesso al credito delle cooperative e delle imprese agricole, senza il quale si riduce la stessa possibilit di fare investimenti con il prossimo PSR. Cos come chiediamo alla Regione, anche per il suo ruolo di coordinamento nazionale, una forte azione verso il Ministero per una rapida definizione delle nuove regole per il riconoscimento delle Organizzazioni dei Produttori, al fine di farne dei strumenti 'realì di aggregazione del prodotto, di integrazione di filiera, di valorizzazione commerciale". FONTE: Ufficio Stampa Legacoop Puglia


  Categoria:
Eventi

Ultime notizie

vedi tutti gli articoli